La Restaurazione

Come sappiamo dalle urne del 13-14 aprile è uscito vincitore Silvio Berlusconi. Inutile ripetere quanto stupida sia stata la scelta degli italiani. A dirlo non sono certo i quattro gatti appisolati nel bidone sotto casa ma tutta la stampa estera più prestigiosa. Dopo le più varie leggi ad personam, legalizzazione del conflitto d’interessi, rilevazioni sulla dubbiosa pioggia di denaro che dagli anni ’70 ha sommerso la rete di holding e aziende “siringe monouso” di sua (o di prestanome) proprietà, l’aver intrattenuto rapporti con la mafia, anche con quella mafia che ha ucciso Falcone e Borsellino e forse anche in quel periodo, aver ospitato Mangano che di quella mafia faceva parte, dopo tutto questo l’immor(t)ale Cavaliere ritorna.

Se fosse un delinquente con alte capacità dirigenziali allora sarei meno preoccupato. Ma non lo è. Nel suo quinquennio di governo il debito è tornato a salire dopo una quindicina d’anni di discesa o stallo. Le prime “prove tecniche di regime” le stiamo vedendo in questa giornata. La puntata di ieri di AnnoZero dedicata al V2day e all’informazione made in italy è stata attaccata da Petruccioli.

I servi, che hanno mantenuto il loro posto durante il “biennio rosso”, cominciano ad abituare il pubblico-elettore alla cacciata già verificatasi in passato. Povera italia.

Annunci
3 commenti
  1. merigei ha detto:

    povera italia…schiacciata dagli abusi del potere…

  2. icio ha detto:

    ..da gente infame che non sa cos’è il pudore..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: