Una leggenda chiamata Di Pietro

Girovagando per la rete mi sono imbattuto in un articolo della Casa della Legalità che mi rende triste e deluso. L’articolo riporta accuse di vario genere all’onorevole Antonio Di Pietro.

Confronta col punto sette!

Si parla, ad esempio, dell’amicizia tra questi e Cesare Previti, della discutibile struttura del partito, della “partecipazione molto attiva alle lottizzazioni degli Enti e delle Società partecipate ove governa a livello locale, ma anche durante il suo ministero”. La lista è lunga e ben argomentata e consiglio di andarvela a vedere. I punti più interessanti sono quelli riguardanti la gestione del partito. Italia dei Valori ha un immobile in affitto da una società di nome Antocri. Questo canone d’affitto sembra essere l’unico introito della società che paga un mutuo per l’immobile in questione. L’unico problema è che l’Antocri è di Antonio Di Pietro! E allo scadere del mutuo, pagato con l’affitto al partito cioè soldi pubblici, l’immobile rimarrà di proprietà dell’onorevole. Nella conclusione dell’articolo vi è l’amara verità.

il gioco delle parti prevede di consolidare due blocchi apparentemente contrapposti, da una parte Berlusconi e dall’altra Di Pietro. Si sollevano questioni penali che non c’entrano nulla, in quanto la questione centrale è quella etica, ovvero quella per cui Di Pietro si presenta come “simbolo”, quando invece non lo è affatto! […] Se sollevassero tutto questo, quindi, su Di Pietro, si solleverebbe per tutti… ed il gioco delle parti non vuole rovinare il “gioco”, vuole perpetuarlo! La disinformazione è anche questo: far credere, ciascuno ai propri, che lo scontro si fa duro, quando invece, è il banco che vince sempre, perché al banco sono seduti tutti… a perdere sono solo i cittadini, ma finché i cittadini non si svegliano – o per meglio dire: non vogliono svegliarsi – nulla potrà cambiare!

La tristezza si fa un fagocitante baratro quando si viene a conoscenza del fatto che “in Italia non esiste alcuna legge sulla responsabilità giuridica dei partiti”. Perchè?

Annunci
3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: