Una nuova stagione stragista

Secondo il procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia la mafia potrebbe aprire una nuova stagione stragista, notizia che, unita alla crisi berlusconiana dovuta al Rubygate, non può non far pensare agli anni ’92-’93. Anche allora, infatti, c’era una forte crisi politica in atto (tangentopoli) e fu quel venire a mancare un referente politico, o perlomeno una delle ragioni, che spinse la malavita a compiere le stragi. Questo conferma nella mia mente una cosa stranota, e cioè che Berlusconi e il suo partito altro non sono che il referente politico della mafia ed essa, dunque, sta assistendo al cadere di un amico molto utile. La differenza tra i due periodi sta nel risultato: allora la mafia vinse (e la prova sta nel fatto che Berlusconi è al governo), oggi DEVE perdere. Lo dobbiamo al futuro del nostro paese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: